top of page
sfondo.jpg

Percorso professionale

sfondo.jpg
FotoParis.jpg

Laboratoire d'Anatomie di Parigi, 2019

La Drssa Andretto Amodeo si è laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Pavia, dove ha conseguito anche la specializzazione in chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica ed è iscritta all’Ordine dei Medici con il n.8104.

Fin da studentessa affascinata dalle dissezioni anatomiche, si forma all’estero in contesti altamente competitivi e meritocratici, forgiando di conseguenza la propria professionalità ed affiancando quindi alla formazione “da chirurgo” quella “da anatomista”.

sfondo.jpg
FotoNizza2011.jpg

Laboratoire d'Anatomie di Nizza, 2011

Durante la specializzazione frequenta assiduamente il Laboratoire d’Anatomie di Nizza e continua ad approfondire questa passione a Parigi, dove ottiene il Diplôme Interuniversitaire in Anatomia applicata alla Chirurgia Plastica, quello in Anatomia chirurgica della testa e del collo e quello in Microchirurgia presso l’Université Paris Descartes.

Da circa 10 anni sviluppa personalmente progetti di ricerca anatomica presso il Laboratoire d’Anatomie dell’Ecole de Chirurgie di Parigi che riguardano il volto, gli arti inferiori e la parete addominale. Attualmente sta svolgendo il Dottorato di ricerca in Anatomia presso la prestigiosa Ecole Doctorale Sorbonne Paris Cité.

sfondo.jpg
sfondo.jpg
Chiara'sfasciaok.jpg

La pubblicazione della Drssa Andretto Amodeo sulla tecnica di lifting del volto e la fascia che prende il suo nome.

Negli anni la Drssa ed i suoi colleghi hanno studiato e stanno tuttora sviluppando le applicazioni di questa nuova acquisizione nell’ambito della chirurgia estetica e ricostruttiva. Questa struttura ha preso il nome di "Chiara's fascia" durante il Congresso dell'American College of Surgeons COSM 2021. Le sue ricerche sono riconosciute come in continuità con la tradizione Italiana rappresentata dai lavori del Prof Giuseppe Sterzi e del Prof Valerio Micheli-Pellegrini, considerato un luminare della chirurgia plastica facciale Italiana.(http://www.michelipellegrini.it/?p=1529) E'attiva inoltre nella ricerca riguardante la chirurgia della parete addominale e collabora con colleghi chirurghi generali per il trattamento di pazienti affetti da distasi, ernie ed in particolare di pazienti che dopo la gravidanza presentino il quadro del "floppy abdomen", e che necessitino anche un rimodellamento cutaneo.

sfondo.jpg
001_Corriere-della-Sera_Domenica-23-Marz

Le scoperte non finiscono mai nemmeno in anatomia - Corriere della Sera, Marzo 2014

Attraverso fellowships in prestigiosi centri chirurgici, ha perfezionato la sua attività ed ha creato collaborazioni con colleghi d’oltreoceano, con cui ha sviluppato nuove tecniche nel campo della chirurgia plastica. 

L'ambito di ricerca che più appassiona la Drssa Andretto Amodeo é "l'anatomia applicata", cioé come le acquisizioni anatomiche classiche o più recenti possano essere utilizzate, "applicate" appunto, all'attività chirurgica, ma non solo, anche a quella clinica e nei modelli sperimentali, cioé le situazioni anatomiche che vengono utilizzate e studiate prima che le sperimentazioni passino all'uomo. 

In particolare dopo un decennio di studi, l'attività di ricerca anatomica e chirurgica sul volto, svolta col Prof Keller,  Clinical Professor alla UCLA (University of California a Los Angeles) e suo mentore, ha portato alla descrizione di una struttura anatomica, una fascia profonda, che si trova nella regione della guancia, dove classicamente si pensava non esistesse una fascia profonda e che protegge il nervo faciale ed il nervo zigomaticofaciale.

sfondo.jpg
IoeProfKellerok.jpg

La Drssa Andretto Amodeo ed il Prof Keller relatori al Congresso dell' European Academy of Facial Plastic Surgery - Lisbona 2017 

Negli anni la Drssa ed i suoi colleghi hanno studiato e stanno tuttora sviluppando le applicazioni di questa nuova acquisizione nell’ambito della chirurgia estetica e ricostruttiva.

 

Questa struttura ha preso il nome di "Chiara's fascia" durante il Congresso dell'American College of Surgeons COSM 2021.

Le sue ricerche sono riconosciute come in continuità con la tradizione Italiana rappresentata dai lavori del Prof Giuseppe Sterzi e del Prof Valerio Micheli-Pellegrini, considerato un luminare della chirurgia plastica facciale Italiana.(http://www.michelipellegrini.it/?p=1529)

E'attiva inoltre nella ricerca riguardante la chirurgia della parete addominale e collabora con colleghi chirurghi generali per il trattamento di pazienti affetti da distasi, ernie ed in particolare di pazienti che dopo la gravidanza presentino il quadro del "floppy abdomen", e che necessitino anche un rimodellamento cutaneo.

Da  anni attiva nel panorama scientifico internazionale, ha debuttato come relatrice in Brasile a soli 32 anni, invitata a parlare al Congresso Mondiale di Chirurgia Plastica  Facciale (World Congress IFOS 2009- Sao Paulo).

La Drssa Andretto Amodeo pubblica regolarmente i suoi casi clinici e le sue ricerche su riviste scientifiche e li presenta regolarmente a Congressi in tutto il mondo, confrontandosi con i suoi colleghi considerati tra i migliori a livello internazionale, in dibattiti molto avvincenti, soprattutto per le novità scientifiche che propone e che spesso mettono in discussione principi anatomici e chirurgici considerati "dogmi".

sfondo.jpg
MeandRohrich2.jpg

La Drssa Andretto Amodeo relatrice al Congresso dell' American Society of  Plastic Surgeons (ASPS) in un dibattito con il Prof  Rohrich di Dallas - Chicago 2018

Da 7 anni la Drssa Andretto Amodeo é Associate Editor della rivista Americana di chirurgia plastica “Plastic and Reconstructive Surgery Journal GO” ed é membro di numerosi Board e società scientifiche internazionali, tra cui l'American Society of Plastic Surgeons (ASPS), l'American Association of Anatomists (AAA), la Société Anatomique de Paris, per citarne alcune.

sfondo.jpg
BoardPRSGO.jpg

La Drssa Andretto Amodeo durante la riunione del Board della Rivista Americana " Plastic and Reconstructive Surgery Journal GO" - Parigi 2016

Nel 2017 ha ottenuto un riconoscimento internazionale, per l’attività scientifica di correzione delle pubblicazioni scientifiche dei colleghi, rientrando tra l’1% dei migliori al mondo nel campo della chirurgia plastica (Top 1% Reviewer Publons), unico chirurgo donna ad aver ottenuto il premio in Italia.

Dal 2016 svolge attività clinica e chirurgica come medico volontario all’Opera San Francesco per i Poveri a Milano

bottom of page